VETRINA DI DANZA CONTEMPORANEA – Sabato 6 Ottobre 2018 ore 17

06
/ Ott
Sabato
2018

VETRINA DI DANZA CONTEMPORANEA – Sabato 6 Ottobre 2018 ore 17

Location
Padova
Venue
Teatro Comunale G. Verdi, Via dei Livello 32
Time
05:00 pm


VETRINA DI DANZA CONTEMPORANEA
Un pomeriggio dedicato alla Danza Contemporanea con protagonisti Danz’autori e Compagnie nazionali e internazionali

*** 
_T2A8414 Pisa e De Nicolao
CLAUDIO PISA e LAURA DE NICOLAO
presentano
TIMELESS PASSION
COREOGRAFIA: Claudio Pisa e Laura De Nicolao
REGIA:  Claudio Pisa e Laura De Nicolao
MUSICHE: Max Richter, Apparat
COSTUMI: Claudio Pisa e Laura De Nicola
LIGHT DESIGNER:  Claudio Pisa e Laura De Nicolao
DANZATORI: Claudio Pisa e Laura De Nicolao

Ispirato a “Il Bacio” di Auguste Rodin.
L’attesa, l’anticipazione, la curiosità di qualcosa che è già accaduto o sta per accadere. Il continuo respingersi, avvicinarsi, e ancora allontanarsi come poli omologhi che si affrontano.
La sinergia di due corpi che si cercano per toccarsi e fondersi, l’erotismo, generato dall’attesa, dall’anticipazione di un bacio ancora non dato o forse dal sapore di uno appena concluso.
Parole e gesti sono solo un preludio a ciò che il destino ha già scritto. Un bacio sospeso è un attimo di tempo catturato.

***
ITAMAR SERUSSI e CPP
DANZATORI C.P.P. progetto #padovadanza2018 
presentano
MONO
COREOGRAFIE: Itamar SERUSSI
MUSICHE: Richard van Kruysdijk
LIGHT DESIGNER: Ate Jan van Kampen
DANZATORI:  Corso di Perfezionamento Professionale proggetto #padovadanza2018

La coreografia è un estratto basato su un lavoro creato per la ‘Danshuis Station Zuid’ intitolato Mono, un intero spettacolo che ha debuttato nel 2012 con 12 danzatori. L’ispirazione è stata la nascita dei miei gemelli, che ancora oggi risuona e mi commuove, da cui ho deciso di cogliere le emozioni e darne un significato adatto al contesto in cui sono oggi. Nel processo creativo ho pensato all’essenza del lavoro di Mono e l’ho adattato alla fisicità che i ballerini hanno portato con sè. Abbiamo sperimentato insieme per replicare il movimento e aumentare la musica nel corpo come strumenti che stimolano la fisicità del lavoro. La mia soddisfazione nel processo di elaborazione deriva principalmente dalla creatività che i ballerini portano con loro e dalla loro ambizione, che si esprime con impressionante fisicità.

* * *
Ekodance
Compagnia EKO DANCE di Pompea Santoro
presenta 
ESTRATTI DA GIÙ NEL NORD
COREOGRAFIA: Mats Ek
REGIA: Pompea Santoro
MUSICHE:  Popolari svedesi
DANZATORI: EkoDance 

Mats Ek ha creato questo balletto nel 1985 per il Cullberg Ballet, “På Norrbotten” (Giù nel Nord) dove viene presa in considerazione la relazione esistente tra essere umano e luce, propria delle popolazioni nordiche, profondamente influenzate sia nella vita di tutti giorni che nelle proprie caratteristiche emotive. Nel giorno dell’equinozio, in cui si ristabilisce la forza del sole e la sua energia vitale, si segna anche una sorta di rinascita nella vita quotidiana allontanando il senso di attesa e di solitudine. Sulle note di musiche popolari svedesi.

Intervallo

***
BOATO Hic et Nunc ph. Luca Giabardo_1
Compagnia LAURA BOATO
presenta
HIC ET NUNC | NOI.ORA.QUI
COREOGRAFIA: Laura Boato
LIGHT DESIGNER: Pompea Santoro
MUSICHE:  Carmen Consoli, Alva Noto, Max Richter
DANZATORI:  Michela Lorenzano, Giovanni Fregonese

Una musica pop invade lo spazio. Una giovane donna e un giovane uomo sono sulla scena. Le parole del brano volano e tracciano un orizzonte, un dove e un quando. Ci troviamo qui. Ora. Si parla di noi.

“Laura Boato ha idee originali, nitide, filosofiche, e sa trasporle in coreografia: una coreografia cesellata, luminosa e personale, non concettuale, ma stratificata di concetti”, ha scritto Chiara Castellazzi sul Sole 24Ore. In questo caso il cuore del lavoro sembra muovere da quello spaesamento, da quella sottile (o meno) umiliazione, non sempre consapevole, non sempre esplicita, sottesi alla disparità di genere che attraversa e lega indissolubilmente pubblico e privato.

E propone una gentile ma potente ribellione, una piccola eppur titanica rivoluzione copernicana: una danza che nasce sulle macerie degli stereotipi e profondamente ancoràta invece al singolare e originale dei corpi e degli esseri unici e preziosi che li abitano, sino al fiorire di un’intimità preziosa, finalmente autentica. E possibile.

*** 
_DSC4044_m ESPERIMENTI DC
 E.SPERIMENTI DANCE COMPANY
in
QUANTO BASTA
COREOGRAFIA: Federica Galimberti ed E.sperimenti Dance Company
REGIA:  Federica Galimberti
MUSICHE: AAVV
DANZATORI: E.sperimenti Dance Company 

In un mondo che ci spinge alla competizione, che ci paralizza con l’ansia di prestazione, che ci imprime velocità ed obblighi anche dove c’è che semplice ‘vita’, percorsi quotidiani, normale aspirazione a crescere e migliorare magari coltivando con amore le proprie passioni, ‘Leggere’ nei ns corpi e nelle ns menti a volte non ci aiuta a capire che in realtà possiamo fare anche con molto meno…anzi con
QUANTO BASTA 
per accorgersi che possiamo essere più liberi e sinceri senza dover per forza dimostrare qualcosa…

BIGLIETTI:
E’ possibile acquistare l’ingresso alla VETRINA delle ore 17 o al GALA’  delle ore 21 con possibilità di usufruire di una formula abbonamento  per l’ingresso a entrambi gli eventi.
-PLATEA/PEPIANO/I ORDINE 
Intero 12€ singolo evento;  20€ formula abbonamento per 2 eventi (ore 17 e ore 21)
Ridotti 10€ singolo evento;  16€ formula abbonamento per 2 eventi (ore 17 e ore 21)
-II ORDINE E GALLERIA
Intero 10€ singolo evento; 16€ formula abbonamento per 2 eventi (ore 17 e ore 21)
Ridotto 8€ singolo evento; 14€ formula abbonamento per 2 eventi (ore 17 e ore 21)