CONFERENZA: LA DANZA DELL’AVANGUARDIA CONTEMPORANEA 16 Dicembre 2014

CONFERENZA: LA DANZA DELL’AVANGUARDIA CONTEMPORANEA 16 Dicembre 2014
16
/ Dic
2014

CONFERENZA: LA DANZA DELL’AVANGUARDIA CONTEMPORANEA 16 Dicembre 2014

Location
Padova
Venue
Aula G c/o Palazzo Maldura UNIPD
Time
05:30 pm

La Prof.ssa Elena RANDI,
docente presso l’università degli Studi di Padova

terrà la conferenza
“LA DANZA DELL’AVANGUARDIA CONTEMPORANEA”

In collaborazione con
Le Associazioni del Territorio

L’incontro si soffermerà sull’opera di alcuni coreografi centrali negli ultimi quarant’anni circa, a partire dai lavori di tre artisti che seguono strade diversissime e vivono in tre paesi lontani fra loro: Simone Forti, Pina Bausch e Mats Ek. Se ne analizzeranno la poetica e la messinscena e si proveranno a definire le loro influenze sulla danza più giovane.

Elena Randi è professore associato presso l’Università di Padova, dove insegna Storia del Teatro e dello Spettacolo e Storia della Danza. E’ membro del collegio della Scuola di Dottorato in Storia, Critica e Conservazione dei Beni Culturali dell’Università di Padova.

Fra le sue pubblicazioni, risultano preminenti le monografie dedicate a Delsarte (François Delsarte: le leggi del teatro. Il pensiero scenico del precursore della danza moderna, Bulzoni, 1993, Il magistero perduto di Delsarte. Dalla Parigi romantica alla modern dance, Esedra, 1996), alle concezioni elaborate da grandi autori romantici francesi in materia di gestualità nell’ambito del teatro e della danza (Anatomia del gesto. Corporeità e spettacolo nelle poetiche del Romanticismo francese, Esedra 2001) e alla ricostruzione di allestimenti primottocenteschi contraddistinti da una concezione unitaria (I primordi della regia. Nei cantieri teatrali di Hugo, Vigny, Dumas, Pagina, 2009). Sul piano dell’analisi testuale, sono da segnalare il volume Percorsi della drammaturgia romantica (UTET Università, 2006), l’edizione critica della Donna di maneggio di Goldoni per l’Edizione Nazionale delle opere goldoniane (Marsilio, 2011) e di Angelo, Tyran de Padoue di Victor Hugo (Le Lettere, 2012).

INGRESSO LIBERO